Adriatic Sea (staged) Dancing People, 2015

Adriatic Sea (staged) Dancing People, è un progetto che ha per soggetto la veridicità del ricordo.
Paradossalmente il ricordo è l’unica verità obbiettiva che abbiamo.
Tutto è vero, il paesaggio, le coreografie e le persone sono reali.
Il blu è il blu paradigmatico che vediamo nella nostra mente quando ricordiamo un giorno trascorso al mare.
Queste danze sulla battigia sono una manifestazione del genius loci di questi luoghi.
A Rimini e in tutta la Romagna il ballo popolare ( liscio ) è estremamente condiviso e storicamente apprezzato sia dalle vecchie che dalle nuove generazioni.
Le grandi discoteche si stagliano ancora come cattedrali nel deserto.
La danza è un rito liberatorio nel blu del mare, come in un quadro di Matisse.
Forse per rimuovere o dimenticare le spaventose immagini degli innumerevoli sbarchi mortali in tutta l’area del Mediterraneo.

500 copie numerate e firmate

19,5×26 cm / 20 pagine / 19 immagini a colori / leporello/ cartonato / 2016

€40,00

Olivo Barbieri

(1954) è tra i più importanti fotografi internazionali.
La sua ricerca si concentra inizialmente sull’illuminazione artificiale nella città europea e orientale. Dal 1989 viaggia abitualmente in Oriente, soprattutto in Cina. Nel 1996, il Museum Folkwang di Essen, Germania, gli dedica una retrospettiva.
Nel 2003 inizia il progetto site specific_  che coinvolge diverse città nel mondo tra le quali Roma, Montreal, Amman, Shanghai, Siviglia, Las Vegas, New York, Los Angeles, Chicago, Detroit, Brasilia, Rio de Janeiro, Bangkok, Mexico City, Istanbul, Tel Aviv.
Ha esposto nei più importanti musei, istituzioni e festival internazionali tra i quali, MOMA San Francisco, Sundance Film Festival, Centre Pompidou, Tate Modern, Walker Art Centre Minneapolis, Museo MaRT di Rovereto.
Sull’opera dell’artista sono stati pubblicati numerosi libri e cataloghi; opere di Barbieri sono presenti in musei e collezioni d’arte pubbliche e private in Europa e negli Stati Uniti.
www.olivobarbieri.it